“I film classici corrono come treni nella notte”, diceva Truffaut, parlando del cinema americano degli anni Trenta; in effetti, il cinema classico si configurò come un cinema puramente narrativo, dove il montaggio griffittiano garantiva uno sviluppo continuo e trasparente delle trame.